FAQ

I corsi si svolgono sempre il solito giorno?

Si, siamo molto costanti di solito: a meno di non incontrare sul calendario festività o eventi vari di solito si mantiene sempre il solito giorno, il solito orario ed il solito studio.

E le uscite invece?

Generalmente vengono fatte durante il fine settimana, il Sabato o la Domenica a seconda delle varie preferenze. Facciamo un’uscita verso l’inizio ed una verso la fine del corso.

Non ho una macchina fotografica professionale, posso venire lo stesso?

Certamente. Le macchine in fotografia hanno un’importanza limitata, sono più importanti i nostri occhi che non le nostre macchine. L’importante è saperle usare bene.

Quindi va bene qualsiasi macchina per fare il corso?

Non proprio tutte, ma quasi. Qualcosa di importante devono averlo, benché sia una cosa semplice. Devono avere la funzione manuale, di solito indicata con M sul corpo macchina. Solo questa ci permette di controllare i fondamentali parametri per gestire lo scatto. E’ una funzione che si trova già a partire da macchine di fascia di prezzo bassa, ma non su tutte è presente quindi attenzione al momento dell’acquisto.

Non ho la macchina fotografica, vengo lo stesso?

Si puoi venire lo stesso ma ti servirà il prima possibile una macchina con cui scattare. Ci sono altri modi oltre a spendere un sacco di soldi per comprarla. Il primo è non comprarla subito e farsela prestare per un momento, giusto per iniziare e capire quale sia meglio comprare.

Mio cugino ha detto che devo comprare una reflex da duemila euro ed uno zoom da tremila, ha ragione lui?

Solo se ve li regala lui, altrimenti è una cosa totalmente inutile. Ci sono obbiettivi che costano molto poco e vanno molto bene, meglio di altri che costano cinque o dieci volte di più. Il fattore prezzo è assolutamente indipendente dalla qualità, ma bisogna conoscerli bene per saper scegliere quelli giusti. E’ anche un discorso un po’ personale, chi si trova meglio con uno chi con un altro. Il corso serve anche a quello, capire come scattiamo, cosa ci piace ed essere così in grado di scegliere l’obbiettivo giusto.

Non è un po’ breve un corso di dieci lezioni (più due uscite)?

No, perché è parecchio intenso, e la vostra attenzione non può durare per sempre, quindi le dieci settimane sono state scelte dopo aver attentamente pensato a questa cosa e dopo aver preso spunto dai programmi di studio di varie scuole di fotografia americane, per esempio dell’ICP di New York, dove il vostro insegnante ha studiato.

Ho trovato un corso che costa meno e dura di più, quindi è meglio l’altro?

Se cerchi qualcuno che sappia farti entrare nel mondo della fotografia dalla porta principale, se cerchi un corso dove l’insegnante perda tempo nel pensare ogni settimana a compiti nuovi da darvi per sviluppare nuove abilità, che ti aggiorni con email su quello che succede nel mondo della fotografia,  se cerchi qualcuno che sia inserito stabilmente da anni nella fotografia internazionale sul fronte della didattica, di mostre in gallerie e musei allora no, non è meglio l’altro. Anche se cerchi un corso dove l’insegnante si ricordi il tuo nome e le tue foto e ti accolga in uno studio pieno di libri di fotografia da farti vedere, ci permettiamo di dire che questo corso è quello che ti serve e non ce ne sono altri simili.   

Faccio foto da un sacco di anni, quindi mi iscrivo al corso avanzato?

Non è detto. I corsi si chiamano avanzato e base solo per comodità, in realtà sarebbe più corretto chiamarli corso 1 e corso 2. Nel corso 2 vengono portati avanti tutta una serie di argomenti iniziati nel primo corso. E’ un discorso, un filo che si srotola e che non parla solo di tecnica, ma di cultura fotografica in generale, di mostre, di autori e di libri. Però non c’è nemmeno alcuna esclusione per fare direttamente il corso 2, chiedete e nel caso verranno valutate le vostre richieste. Ci sono persone che per un motivo o per l’altro sono andate direttamente al 2 ed altre invece al primo. In entrambi i casi si sono rivelate le scelte migliori, che è quello che a noi interessa di più per voi.